Aumenta la dimensione del testo Diminuisci la dimensione del testo

 

LA RACCOLTA DIFFERENZIATA

(a cura di M.C Sembiante - G. Accardo - G. Santucci)



La Raccolta Differenziata, secondo la definizione dell'art. 183 del Codice dell'Ambiente  ( D.Lgs. n. 152/2006 ) è “ la raccolta idonea secondo criteri di economicità, efficacia, trasparenza ed efficienza, a raggruppare i rifiuti urbani in frazioni merceologiche omogenee al momento della raccolta o, per la frazione organica umida, anche al momento del trattamento, nonché a raggruppare i   rifiuti   di   imballaggio separatamente dagli altri rifiuti urbani, a condizione che tutti i rifiuti sopra indicati siano effettivamente destinati al recupero ".

Essa dunque è il principale strumento del cd  Ciclo Integrato dei Rifiuti , relativamente alla quale sono stati fissati i seguenti obiettivi percentuali minimi:
- il 35% entro il 31.12.2006;
- il 45% entro il 31.12.2008;
- il 65% entro il 31.12.2012.

In Campania la raccolta ufficiale dei dati della produzione annuale comunale di rifiuti urbani e la certificazione delle rispettive percentuali di raccolta differenziata avviene attraverso il  cd. SIGER (Sistema Informativo per la Gestione dei Rifiuti), un sistema informatico operante su tutto il territorio regionale, e gestito dalla Osservatorio Regionale rifiuti - O.R.R. della Regione Campania.

L’d d d d d d d OSSERVATORIO PROVINCIALE supporta i 92 comuni nell’immissione e nel controllo dei dati nel sistema SIGER, onde consentire la validazione della produzione annuale rifiuti e il successivo rilascio della CERTIFICAZIONE regionale delle percentuali di raccolta differenziata raggiunte.